Domenica 10 febbraio 2019, ore 10. “Pollock e la scuola di New York” , Complesso del Vittoriano

La mostra “Pollock e la Scuola di New York”, mette in relazione le opere di Pollock con un gruppo di artisti attivi a New York tra gli anni Quaranta e Cinquanta che hanno rivoluzionato l’arte americana. Provenienti dalla collezione permanente del Whitney Museum of American Art, le opere di Jackson Pollock, Mark Rothko, Willem de Kooning, Franz Kline e molti altri,  aprono una finestra sugli intenti comuni di artisti che, insieme, hanno cambiato  il corso della storia dell’arte. (altro…)

Sabato 2 febbraio 2019, ore 15. Incontro alla Spazio Sinopie “Pollock e il mito dell’arte americana”

Un incontro per discutere di arte “made in U.S.A” e della sua epopea: dai pittori alla conquista del West  fino alla generazione ribelle del secondo dopoguerra, incarnata da Jackson Pollock. Una narrazione del “mito americano” attraverso l’opera di quegli stessi artisti che hanno contribuito alla sua nascita.

 

Sabato 26 gennaio ore 15:30. Balla a Villa Borghese – Museo Carlo Bilotti, Aranciera di Villa Borghese

Giacomo Balla si trasferisce a Roma con la madre nel 1895, allontanandosi dalla sua città natale, Torino. Per il primo anno è ospite dello zio paterno, residente al Quirinale e dopo si trasferisce in via Piemonte. Conosce così Elisa Marcucci, sua futura moglie, che sposa in Campidoglio nel 1904. I coniugi Balla vivono nel quartiere Parioli, in un convento situato tra via Parioli (oggi via Paisiello) e via Nicolò Porpora. All’interno del fabbricato, la famiglia Balla dispone di un appartamento con un lungo balcone che dà direttamente sugli spazi verdi di Villa Borghese. È da questo balcone che sono state realizzate molte delle opere in mostra.

(altro…)