SABATO 12 OTTOBRE 2019, ore 17:00. “Claudio Imperatore”. Museo dell’Ara Pacis

La mostra guiderà visitatori alla scoperta della vita il regno del discusso imperatore romano, dalla nascita Lione nel 10 a.C. fino alla morte Roma nel 54 d.C., mettendone in luce la personalità, l’operato politico amministrativo, il legame con la figura di Augusto con il celebre fratello Germanico, il tragico rapporto con le mogli Messalina Agrippina, sullo sfondo della corte imperiale romana delle controverse vicende della dinastia giulio-claudia.  L’esistenza di Claudio è segnata da un destino singolare, che lo pone di fronte ad avvenimenti eccezionali, fatti di sangue, intrighi di corte, scelte politiche ardite. (altro…)

Sabato 5 ottobre 2019, ore 10:45. Porti imperiali di Claudio e Traiano

L’area archeologica conserva parte delle strutture di uno più grandi sistemi portuali dell’antichità, sorto per garantire l’approvvigionamento alla città di Roma. Il porto, iniziato nel 42 d.C. dall’imperatore Claudio,  si articolava in un vasto bacino di circa 150 ettari, con due moli ricurvi e alcune banchine di attracco. L’imponente infrastruttura assicurava il trasbordo delle merci in tutta sicurezza, passandole dalle navi onerarie adatte alla navigazione in mare aperto alle barche fluviali, costruite per risalire il Tevere fino a Roma. L’insabbiamento progressivo rese il porto sempre meno funzionale e sicuro, tanto da spingere Traiano tra il 100 e il 112 d.C. alla costruzione di un nuovo bacino esagonale, grandiosa opera ingegneristica che moltiplicava i punti d’attracco per le navi. Nel II e III secolo l’accresciuta importanza dello scalo portò alla nascita di un insediamento stabile, che nel 314 d.C. divenne ufficialmente città con il nome di Portus Romae.

(altro…)

SABATO 15 GIUGNO 2019, ore 16:00. Il Murales di Kentridge

Lungo 550 metri, l’opera dell’artista sudafricano William Kentridge , tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini, è una narrazione per immagini popolata da figure e simboli presi in prestito dalla colonna Traiana, dai trionfi di Mantegna, ma anche dalle pitture nere di Goya. E’ composto da 80 figure che rappresentano la storia del Novecento di Roma,  dalla Dolce vita all’assassinio di Aldo Moro, ma è dedicata anche, e soprattutto, alle tante persone comuni che nella Storia spesso non hanno voce.  (altro…)